circo massimo
1200m

Con i suoi 600 m di lunghezza per 140 m di larghezza, il Circo massimo è la struttura sportiva più grande che l’uomo abbia mai costruito.

Chi si trova oggi a visitarlo potrebbe essere ingannato da questo enorme prato che molti scelgono per fare footing, passeggiare o far giocare i bambini, e pensare che si tratti di un luogo di pace e serenità. 

In realtà, in questa struttura si tenevano anche cento corse di bighe al giorno, attirava un numero grandissimo di spettatori – fino a 300.000 posti in piedi – e lungo tutto il perimetro si affollavano negozietti e bancarelle che prosperavano grazie al grande afflusso di visitatori.


SCOPRI UN POPOLO ANTICO

Il Circo Massimo è stato il luogo deputato alle competizioni sportive fin dalla fondazione di Roma: a esso è legato un evento mitico della sua storia, poiché proprio qui si svolsero i giochi indetti da Romolo in onore di Conso, durante i quali si consumò il ratto delle Sabine.

Cavea, spalti, ingresso: ogni parte del Circo è stata distrutta e ricostruita, dalle prime strutture in legno a quelle in pietra di epoca imperiale, fino al 549, quando Totila indisse le ultime gare che vi vennero organizzate.

Oggi il circo Massimo riscopre la sua vocazione all’intrattenimento con grandi concerti e manifestazioni, ma chi lo visita spesso non sa che sta passeggiando nel cuore del mito di Roma antica.

Dal 2016 è finalmente riaperta al pubblico, dopo un lungo restauro, anche l’area archeologica.

Distanza da Pepoli Charming Guest House 900 m.